Note stridenti

Vite travagliate di geni della musica
 
Lettura con accompagnamento musicale di flauto.
A cura di Barbara Menegardo e Anna Grazia Anzelmo
45 minuti
 
Tre cose sono necessarie per un buon pianista:
la testa, il cuore e le dita. (W. A. Mozart)
 
Che cosa hanno in comune Beethoven, Mozart, Billie Holiday e Charles Mingus? Sembra l’inizio di una paradossale boutade.
Nati in epoche così diverse tra loro, da contesti culturali separati da abissi temporali, creatori di espressioni musicali così diverse tra loro…
 
Apparentemente nulla in comune. Essenzialmente, tutto!
Ognuno di loro a suo modo ha dato vita a rivoluzioni grandi o piccole nella storia della musica. Ognuno di loro era tormentato, deluso, incompreso da chi lo circondava. Le loro vite erano spesso assai tormentate, al limite dello spericolato, segnate da alti e bassi economici e sentimentali. Ma come non essere rapiti dalle loro meravigliose note? Queste letture ci fanno scoprire qualche breve attimo delle loro vite, che hanno cambiato anche la nostra storia.